azlyrics.biz
a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 #

casa degli specchi – un emo musulmano lyrics

Loading...

[strofa 1: alex antonov]
eminem (sì) era un emo, quando come ospite
ha partec-p-to a sanremo, anzi
emimen è ancora un emo (sì)
nell’impeto della musica le emo-zioni
possono ridurti scemo, anzi scccc-emo, scccc, silence
miley cyrus, cyrosi epatica, bevo linguistica, umberto emo
e sul beat quanto meno, riconoscimelo quanto meno
meno come quando i bulli menano un emo
ma l’emo si vendicherà
emo nella notte (è l’emo pipistrello!)
ho visto chi ha ucciso i genitori di bruce wayne (sì)
ma non vedo non sento non emo
m’ama o non m’ama il mio emo?

[ritornello: chiara ragnini]
perché l’emo non è un serpente
è solo deprimente se sta in mezzo alla gente
perché l’emo non è una biscia
ma un esibizionista convertitosi all’islam
che vuoi farci tu, che vuoi farci tu
che vuoi farci tu, che vuoi farci tu

[strofa 2: gyluciani]
rosso di sera bel tempo si spèera (ah ah)
come in siria sognando l’america
marlon brando io ero suo fan
ora ballo il mio ultimo tango al bataclan
rosso di sera bel tempo si spara (blah! blah!)
stufa elettrica scalda la casa (la casa!)
nei caruggi con la nonna storpia
sei di pensione e ci compro le jordan (wow!)
wow! belle ste jordan
tanto belle c’andrei alla leopolda
a dire la mia per quello che vale
su bergoglio, petrolio e guerra mondiale
cds, bandabardò (squaaah!)
troppo vero, mi sanguina il flow
stappo un pinot, gianni e pinot
ë il vino che parla ed ha sempre ragio’, aah

[ritornello: chiara ragnini]
perché l’emo non è un serpente
è solo deprimente se sta in mezzo alla gente
perché l’emo non è una biscia
ma un esibizionista convertitosi all’islam
che vuoi farci tu, che vuoi farci tu
che vuoi farci tu, che vuoi farci tu

[strofa 3: janeosa]
sempre schierati contro le divise
cds rum e new york diesel
con l’expertise di cent’anni di -ssise
fumo coi frei di bolivia e belize
e in giro piglia un po’ male da un po’
ma nessuno se chiedi poi ha una risposta
è come in un libro di edgar allan poe
e rappare sto mondo frei è cosa nostra
faccio le storie solo con gli amici, ne ho alcuni
coi camici ed altri che c’hanno
solo il p-ssato che portano addosso, il cugino
avvocato ed in più qualche grammo
sempre col volto rivolto al cielo
ma qui nessuno si incula il vangelo
cenere dentro una birra di vetro
faccio le rime in mezzo allo sfacelo (sueg!)

[ritornello: chiara ragnini]
perché l’emo non è un serpente
è solo deprimente se sta in mezzo alla gente
perché l’emo non è una biscia
ma un esibizionista convertitosi all’islam
che vuoi farci tu, che vuoi farci tu
che vuoi farci tu, che vuoi farci tu
(troppo, troppo, troppo sueg)