azlyrics.biz
a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 #

casa degli specchi – un ateo estetico lyrics

Loading...

[strofa 1: janeosa]
pare che vivo ogni giorno, junti e giri su saturno
sul beat di erma io fumo erba
e parlo con cristo, con giove e minerva
la vita frei oggi giorno, paure, mescale e film p-rno
vino, lussuria, poesia e pecunia, pura scrittura frei dalla liguria
per le strade dell’havana col sole, perso a cercare il nirvana da solo
e a raccontare la luce di aprile scrivendo le rime lungo l’arenile
pare che vivo ogni giorno, pare non ci sia ritorno
ed io con le rime per potermi esprimere
appizzo un junto e poi mi metto a scrivere
con i verbi è come in guerra e voi mettete gli elmetto
ho letto majakovskij ed ho -ssunto ogni suo difetto
fantasmi nell’ovile, rime dentro al fucile
sparagli, sparagli, sparagli su tutti quanti
è un ateo estetismo che quasi tocca l’autismo
afro, break, kick dope, nuovo situazionismo
questa è casa degli specchi, un whiskey in virginia
afro, break, kick dope, funky groove in linea

[ritornello: gyluciani]
uelà, buongiorno
uelà, buongiorno
uelà, buonasera
io sono ateo, però vado in chiesa

[strofa 2: gyluciani]
sto guardando rai uno, rai uno
in una camera d’hotel su nettuno
“porta a porta”, vespa guarda in camera
e lancia un servizio, è un servizio in camera
apro la porta e dall’altra parte
mi porge la boccia una vespa gigante
ha sei zampe e un pungiglione
in pratica è federico zampaglione
mi da una pistola e mi dice “dai, sparami!”
io non ho mai sparato, questo è un tiromancino!
ma alla fine mi convince, le sparo
e al secondo tiro già tiro come mancini
cosa voglio dire con questa mia parabola?
primo che la violenza è insita nell’anima
due che l’albergo è privo di parabola
e mi sembra di dormire in una chiesa (una chiesa?)
e io non ce l’ho con la chiesa
ma la chiesa è pazza, tu chiamala crazy
m’han detto che il sangue di cristo si beve
io ho detto “ma cristo!” lui ha detto “mi dica”
io ho detto “è un delirio!” lui ha detto “corrida?”
gli ho detto “è a pamplona” mi ha detto “c’andrò”
ma ora scendo giù dai crocifissi di scuola
tipo “eccomi qua” e io ho detto…

[ritornello: gyluciani]
uelà, buongiorno
uelà, buongiorno
uelà, buonasera
io sono ateo, però vado in chiesa

[bridge: gyluciani e alex antonov]
andare in chiesa io (non me ne faccio un problema)
ah-ah (non me ne faccio un problema)
no no (non me ne faccio un problema)
e allora no (non me ne faccio un problema)
andare in chiesa io (non me ne faccio un problema)
ah-ah (non me ne faccio un problema)
no no (non me ne faccio un problema)
e allora no (non me ne faccio un problema)

[strofa 3: alex antonov]
il padre di rita dalla chiesa è ancora morto
io sono ancora vivo e vengo dalla chiesa
la mafia nello stato, nella chiesa e nella mafia pure è ancora viva
andiamo avanti entrambi ad abitare il futuro
speriamo in letti separati, intendo la mafia ed io
in alcuni casi la mafia è dio, e dio è ancora vivo
mi chiedi chi è dio? e’ un prestigiatore a cui presti attenzione
sì come gesù (come gesù)
come gesù sono vivo e son morto al contempo
non so dove metter la croce, vivo o morto o x
mmh, come la croce quindi tutto torna o dovrebbe (sì come gesù)
noi siamo al contempo tutti quanti atei e dei
difatti non crediamo in noi stessi, crediamo nel moto perpetuo
morto per un peto? (sì alcuni muoiono così)
son morti ridicole e infatti dio ride
ho visto dio dentro a un ovetto kinder, è bello, in generale…
il generale? rita dalla chiesa?
suo padre è morto, io no, io dico uelà…

[ritornello: gyluciani]
uelà, buongiorno
uelà, buongiorno
uelà, buonasera
io sono ateo, però vado in chiesa

[ritornello: gyluciani e alex antonov]
(ad andare in chiesa, io…)
uelà (non me ne faccio un problema)
bbuongiorno (non me ne faccio un problema)
uelà (non me ne faccio un problema)
buongiorno (non me ne faccio un problema)
uelà (non me ne faccio un problema)
buonasera (non me ne faccio un problema)
io sono ateo (non me ne faccio un problema)
però vado in chiesa (non me ne faccio un problema)
(ma bravo!)