azlyrics.biz
a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 #

club dogo – il mio mondo, le mie regole lyrics

Loading...

[strofa 1: jake la furia]
io esco dal fumo delle marmitte, la bamba, il fumo e le chicche
la scopa ed il poker, gli -ssi a bastoni e gli -ssi di picche
il nokia le 4 tacche, le suore e le vacche
sgrille p-ssive, quelle impazzite, quelle nere e quelle bianche
il cambio sequenziale, i throw-up sulla tangenziale
la curva e lo stadio, zio, la mia squadra e quella rivale
gli attacchi di panico, il serramanico sulla lingua come le afte
la pasta per l’ansia e quella per l’after
la corda per il privè, gli occhiali con le lenti fumè
l’amore le cose, zio, le paludi le rose e i caffè
mc donald e taco bell, i sottop-ssaggi
fai le buste e i viaggi, i m-ssaggi dentro i motel
l’amico morto, l’amico che fa brutto
i concerti e la collana col nome del gruppo
frà, la pubblicità, scegli coppia o ménage à trois
la maglia firmata, quella strappata, la città

[ritornello: jake la furia & gué pequeno]
il mio mondo (il mio mondo)
le mie regole (le mie regole)
e’ da qui che vengo, zio, e da qui non me ne vado più
il mio mondo (il mio mondo)
le mie regole (le mie regole)
vivo come voglio e non penso a cosa ne pensi tu

il mio mondo (il mio mondo)
le mie regole (le mie regole)
e’ da qui che vengo, zio, e da qui non me ne vado più
il mio mondo (il mio mondo)
le mie regole (le mie regole)
vivo come voglio e non penso a cosa ne pensi tu

[strofa 2: gué pequeno]
fumata bianca, nuovo papa sulla panca, tasche gonfie un cazzo in banca
vanno a prendere altra bamba mentre vai al lavoro in banca
da bambino ero già sguercio, in testa avevo solo il peggio
non sarei mai diventato agente di commercio
prometto che domani smetto
la strofa che spacca che per capirla mandi indietro
le chiamate col 4888, perquisa, visa clonata
slang, nuova parola coniata
l’occhiaia cronica, vodka con acqua tonica
una tipa non mi cambia, cambio io: francesca, laura e monica
van damme e ken i cartoni e i film più violenti
ora sono tutti più buoni, ci sono soltanto effetti
generazione “scarface”, i frà sotto coi freebase
tutta l’erba di grace, zoccole su myspace
reebok pump, jordan, air max, silver
il mio nome nelle firme, il mio nome sulle fibbie

[ritornello: jake la furia & gué pequeno]
il mio mondo (il mio mondo)
le mie regole (le mie regole)
e’ da qui che vengo, zio, e da qui non me ne vado più
il mio mondo (il mio mondo)
le mie regole (le mie regole)
vivo come voglio e non penso a cosa ne pensi tu

il mio mondo (il mio mondo)
le mie regole (le mie regole)
e’ da qui che vengo, zio, e da qui non me ne vado più
il mio mondo (il mio mondo)
le mie regole (le mie regole)
vivo come voglio e non penso a cosa ne pensi tu

[strofa 3: jake la furia & gué pequeno]
la colla del fumo, la conta e il carburo, il deca e lo scudo
il carrello e il tamburo, il duro ed il pisciaturo
la prima che rolli e inspiri, la prima che stendi e tiri
la prima sul fifty top, la prima sul booster spirit
frà, la pornografia, il nome della tua via
il primo branco, l’ultimo banco e la polizia
non voltarti indietro, i falchi sul dominator
le bugie di una troia, il mio nome nella storia
da sbarbato la para dei vestiti di marca
ora li mando io in para dal cappello alla scarpa
le buste nel pacco, i booster sul palco
più sfatto di simona e di morgan: a “x-factor”
gli incubi la notte, gli amici ricchi e pregiudicati
amati/odiati, le regine e le mignotte
mamma dice che: “dovevo finir l’università”
io una vita rock’n’roll, ma con la musica rap

[ritornello: jake la furia & gué pequeno]
il mio mondo (il mio mondo)
le mie regole (le mie regole)
e’ da qui che vengo, zio, e da qui non me ne vado più
il mio mondo (il mio mondo)
le mie regole (le mie regole)
vivo come voglio e non penso a cosa ne pensi tu

il mio mondo (il mio mondo)
le mie regole (le mie regole)
e’ da qui che vengo, zio, e da qui non me ne vado più
il mio mondo (il mio mondo)
le mie regole (le mie regole)
vivo come voglio e non penso a cosa ne pensi tu