azlyrics.biz
a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 #

cnigø – eclissi lyrics

Loading...

intro:
sognatore, rapper producer
da sette ore non c’è più la luce
questa distanza il petto mi cuce
lei bella danza che mo mi seduce
rimo nel buio,emetto un ruglio
nato represso nel fuoco di luglio
è un truglio, tutti finti è un processo
mi stresso, intorno maschere di gesso
depresso solo perché sei più profondo
infondo, voli solo se tocchi il fondo
blocco quindici vengo dal monte tondo
sbrocco quindi ci prenderemo il mondo
subito ce lo prendiamo lo giuro
sicuro stringiamo per mano il futuro
scuro, ma poi lo schiariamo tranquilla
trasformiamo in fiori sti s-ssi d’argilla
e brilla, l’eclissi nel cielo più nero
lei strilla, le dissi che sono sincero
davvero lo spero ma zero io sclero
e dispero, la perdo e perdo il sentiero
x2
baby
io sole tu luna sogno un eclissi ei
vedi
il cielo frantuma è l’apocalissi
mentre mi fissi varcherei il limite
i tuoi occhi infissi dentro la mia iride
no spiegazione noi siamo un tabù
sciroppo al lampone dentro al malibù,(ei)
cambio cambio flow
senti mo, cnigo show
dieci shot, di tequila
di duemila in fila sono il capofila della rima
cima in pila prima stima cambia il clima rigira
ritira la mira gira e mima daprima
sai che, sp-cco un pacco di tabacco
distacco, rapper pacco pr-nti al contrattacco
li acciacco, è uno scacco matto all’attacco
ma non con isacco, bevo rosso con bacco
davanti ho la cenere, i canti di venere
lei così bella sì mi sento cedere
voliamo più in alto un salto nell’etere
piedi sull’asfalto son pr-nto a competere
ei, p-sso notte insonne e ancora no non mi p-ssa
osservo le altre donne ma nessuna ti sorp-ssa
vorrei solo essere entusiasta
di una o sp-ccata che sp-cca la c-ssa
x2
baby
io sole tu luna sogno un eclissi ei
vedi
il cielo si frantuma è l’apocalissi
mentre mi fissi varcherei il limite
i tuoi occhi infissi dentro la mia iride
no spiegazione noi siamo un tabù
sciroppo al lampone dentro al malibù,(ei)
outro:
-prima stavo su quel tetto al margine
bruciato il p-ssato brucio quelle pagine
se mo tu vai via non lasci una voragine
con i sbagli ho demolito la mia parte fragile
l’immagine, di te in testa l’abolisco
non capisco, adirato ma non impazzisco
e finisco che la p-ssione non sò più cos’è
io che ho colmato ogni vuoto con un vin brulè
sai che, non lo faccio per popolarità
voglio lasciare un segno prima dell’aldilà
solo una canzone ci rende immortali
immortalati in esseri superficiali senza ali
e sali, qui con me sopra questo palco
stanco ma fiero lancio borotalco
figurando di essere lebron james
ma un supereroe è nulla senza la sua mary jane