azlyrics.biz
a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 #

denay – anelli di saturno lyrics

Loading...

bastasse un astrolabio per non perdermi stella polare
se potessi sai di quante storie cambierei il finale
se chiudo gli occhi mi abbandono inerme sotto gli astri
poi svegliarsi senza tutti quei ricordi alex murphy
non brindare troppo per la mia scomparsa
che ritorno come gandalf in strada come in tunica di harward
un cuore azzurro ghiaccio non si scalda con il parka
di violenza e odio ne ho abbastanza siddharta
siamo persi guardando una foto in piedi sul notturno
siamo pezzi che girano a vuoto anelli di saturno
mi rifugio nella fantasia in viaggio sullarcadia
mi ripeto che tutto va bene i k!ll giant
basta una cazzata è la fiducia che sparisce abracadabra
tutta questa nеbbia che non si dirada
guarda quanto e come è sеrio il mio viso
ho trovato ciò che amavo mi ha ucciso

non mi conoscono ma in chat sparlano di me
non ti sbagliare dillo bene il nome mio è denay
hanno il vestito nell’armadio e 100 maschere
ma quale destra che sinistra io voto b+side
non mi conoscono ma in chat sparlano di me
non ti sbagliare dillo bene il nome mio è denay
hanno il vestito nell’armadio e 100 maschere
della speranza c’è rimasto solo il verde sprite
cresciuto sotto questo cielo col vangelo di de andrè
tu su web insieme a quella merda d’uomo di diprè
il mondo gira tutto intorno ala sole e non intorno a te
per certe cose ho naso depardieu fanculo richelieu
ho il mento in alto galilei i segni sulle nocche
soffia un vento freddo forte cresciuto insieme a goldrake
sai quante volte avrei voluto cambiare il mio fato
riavvolgere il naso riascoltare musica da capo
essere in pratica migliore senza adderal
bello se la terra assomigliasse al nuovo alderaan
30 notti insonni del profumo che mi mancherà
è un mondo di attori ed ogni giorno un ballo in maschera
la vita che è piena di sole con la o aperta
i fiori più belli che ho visto stavano nella merda
la donna più bella che ho visto ci ho fatto la guerra
tu non mi ascolti amplifon le cose poi cambiano
basta un attimo basta un attico