azlyrics.biz
a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 #

gianni nebbiosi – e qualcuno poi disse lyrics

Loading...

fu l’idea di vedere i tuoi occhi
di abbracciare la nostra creatura
che mi diede la forza e il coraggio
di andar contro la natura
di sorridere agli infermieri
di pesare ogni parola
e alla notte, ogni grido che usciva
ricacciarmelo dentro in gola

e qualcuno poi disse:
«guarda lì l’agitato
son passati otto mesi
sembra un po’ migliorato»

fu l’idea di vedere i tuoi occhi
di giocare con la bambina
che mi fece ingoiare in silenzio
ogni loro medicina
e mi diede la forza e il coraggio
di rispondere senza urlare
al dottore che aveva schedato
la mia malattia mentale

e un bel giorno venisti
col tuo abito a fiori
mi prendesti la mano
mi portasti di fuori
ma di fuori la voglia di uscire
si trasforma in voglia di pane
ma il discorso era sempre lo stesso:
«torni fra due settimane»
imparai a riconoscere presto
dietro a quello strano impaccio
una legge senza parole
fredda e dura come il ghiaccio

quella sera, ricordo
tu dormivi al mio fianco
ma la stanza girava
e di colpo fui stanco

furon sempre le stesse facce
a legare questo mio male
e la stessa iniezione nel braccio
a portarmi in ospedale
con lo stesso soffitto imbiancato
con gli stessi scarabocchi
dove ormai la paura e il silenzio
nascondevano i tuoi occhi

e qualcuno poi disse:
«guarda lì l’agitato
son passati otto giorni
e c’è già ricascato»