azlyrics.biz
a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 #

léo ferré – i pop lyrics

Loading...

i pop son la chitarra sbocciata in primavera
son l’elettricità che ride nella sera
i pop son la virtù degli amplificatori
a far che le canzoni si sfuggano dai cuori

sono malinconia di lire svalutate
sono piedi puliti dentro scarpe infangate
son profumo di miele ed erba per l’amore
amore con la a, immensa come amore

sei hai capelli lunghi e non porti cravatta
sei pop, da quest’oggi tu sei di questa schietta
se hai la gonna in più e dei pensieri in meno
ti aspettan dove il nudo non ha nulla d’osceno

i pop sono banditi che -ssaltano la musica
sono i volt che volteggiano fuori della logica
come dentro ad un letto dove non c’è nessuno
godere con i volt non fa cagar nessuno

i pop sono un sorriso che brilla più del sole
certo si fa rumore, ma il rumore ci vuole
e se impazzisce l’ago nell’oscillatore
e la bocca gode non devi aver timore

se hai fiori dovunque e sogni in abbondanza
per essere dei pop ce n’è di già abbastanza
e se un fior di troppo ti cela la virtù
te lo ficco sul muso e basta coi tabù

i pop sono monelli, veggenti d’elettronica
chitarra sulla sabbia d’una spiaggia nostalgica
il cuore in armonia ed il resto in free jazz
quando dentro alle corde l’acciaio fa del jazz

i pop son pianoforti lasciati in libertà
son l’africa sbiancata dall’elettricità
son proprio nel bel mezzo dei tuoi sensi ostinati
il ritmo che singhiozza ai tuoi reni appagati

se l’angoscia ti strazia a colpi di coltello
se la malinconia ti fruga nel cervello
se tu te ne compiaci, sei pop ed hai ragione
sei pop ed è un po’ meglio che p-ssare da coglione

i pop son dei guardoni di dentro alle carezze
il mondo all’incontrario che s’impenna e si drizza
i pop sono il domani, sono ciò che sarai
sono l’occhio che scruta nel baratro del mai

mai più dire “proibito”, niente più d’oppressione
solo cani perduti, solo l’insurrezione!
che abbiano l’amore oppur la morte addosso!
i pop sono come i cani, mordono per un osso!

se non hai che una lama in fondo alla memoria
un cuore da gettare sul muso della storia
tu sarai pop, figliolo, in questo mondo ingordo
tu lo potrai spartire come nostro ricordo

i pop!
i pop!
i pop!
i pop!
i pop!
i pop!
i pop!