azlyrics.biz
a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 #

stefano borgia – la terra, il mare, il cielo lyrics

Loading...

colui che ai cuori diventati roccia ruvida
… i dolori duri di corteccia
e a mani aperte fece suo il dolore
e si lasciò ammansare, ma intimorire mai

colui che fu più razze in una faccia unica
portando colpi ed altri sulle braccia
spezzò per primo le catene e il pane
con chi lo pianse e chi poi rinnegò il suo nome

e quando lui si gonfiò le narici con l’ultimo vento
perfino il sole si chinò come il suo viso in un tramonto
la terra, il mare e il cielo
si stesero ai suoi piedi
e lui si sentì solo
ma solo un attimo

la terra, il mare e il cielo
gli furono vicini
e lui si sentì solo
ma solo un attimo

la terra, il mare e il cielo…

saliva in mezzo a mani tese a cui
lui diede sempre più di quanto chiese
e si piegò sulle ginocchia amare
in nome di suo padre e poi lo supplicò

e quando l’ultimo sussulto fece trasalire il giorno
anche le nuvole più bianche piansero sul mondo
la terra, il mare e il cielo
si stesero ai suoi piedi
e lui si sentì solo
ma solo un attimo

(la terra, il mare e il cielo
la terra, il mare e il cielo
la terra, il mare e il cielo
la terra, il mare e il cielo)

(la terra, il mare e il cielo)
e siamo ancora noi
(la terra, il mare e il cielo)
quelli che uccisero
(la terra, il mare e il cielo)
sono gli agnelli suoi
(la terra, il mare e il cielo)
che lo trafissero
(la terra, il mare e il cielo)
che lo tradirono
(la terra, il mare e il cielo)
che lo derisero
(la terra, il mare e il cielo)
e questi figli suoi dimenticarono
la terra, il mare e il cielo
la terra, il mare e il cielo
la terra, il mare e il cielo
la terra, il mare e il cielo